I bomboloni polacchi

Oggi in Polonia festeggiamo Il giorno più atteso dell’anno (subito dopo Natale) – Tłusty czwartek, ovvero Giovedì Grasso! Il giorno dei Bomboloni! Il giorno in cui non esiste la dieta, non si contano le calorie e siamo liberi di mangiare quanto ci pare. Dalle prime ore davanti alle pasticcerie e panetterie, le persone si mettono in lunghissime file per acquistare i deliziosi bomboloni! Come ogni anno, si svolgono gare fra le persone più golose di tutta la Polonia per scoprire chi riuscirà a mangiare più bomboloni nel più breve tempo possibile. Vengono effettuate anche le classifiche dalle pasticcerie per eleggere il miglior negozio di bomboloni della città. In questo giorno, nell’aria si sente soltanto un golosissimo profumo di fritto. 

Da dove proviene…

Il giovedì grasso è una festa che cade in diversi periodi, dipende infatti dal giorno in cui si svolge la Pasqua. Contrariamente alle apparenze non è un rito cristiano, ma ha origine dai tempi della Polonia pagana ed era associato al rito di dire addio all’inverno e salutare/accogliere la primavera. Quel giorno venivano preparati piatti ricchi di calorie, grassi – soprattutto carne – bomboloni preparati con pasta di pane ripieni di pancetta e tutto veniva accompagnato dal vino. I pagani credevano che ballando e festeggiando si potesse portare prosperità nelle case. Fino ai giorni nostri esiste una superstizione secondo la quale chi non mangia almeno un bombolone durante il giovedì grasso, non avrà felicità per tutto l’anno. 

In questi giorni, i bomboloni vengono preparati in vari modi: al forno, fritti, dolci, ripieni di marmellata, rosa, budino o nutella. Quelli già pronti sono glassati o coperti con zucchero a velo, ma possono anche essere decorati con scorza d’arancia candita o ricoperti di cioccolato. Tuttavia, i più apprezzati sono i tradizionali bomboloni ripieni di marmellata e, quelli più gustosi, sono quelli preparati dalle nonne!

I bomboloni polacchi – Ricetta

Ingredienti: 

  • 1 tazza (250 ml) di latte, 
  • 50 g di lievito di birra fresco (o 14 g essiccato), 
  • 3 cucchiai di zucchero, 
  • 500 g di farina (farina per dolci),
  • un pizzico di sale, 
  • 1 cucchiaio di zucchero vanigliato, 
  • 4 tuorli, 
  • 4 cucchiai di burro (40-50 g sciolto e a temperatura ambiente),
  • 2 cucchiai di spirito/vodka (opzionale) 

Accessori: 

  • 1 litro di olio, 
  • marmellata/confettura di frutta,
  • zucchero a velo o glassa (circa 250 g di zucchero a velo e 1-2 cucchiai di acqua o succo di limone),
  • buccia d’arancia candita

Preparazione

  • Scaldate il latte (dovrebbe essere abbastanza caldo, ma non bollente), versatelo in una ciotola, aggiungete il lievito, 1 cucchiaio di farina e 1 cucchiaio di zucchero. Mescolate tutto bene assieme. Per far lievitare il nostro composto al meglio, versate in una pentola acqua calda e mettete dentro una ciotola con lievito e mettetela da parte per circa 15 minuti fino a quando il lievito non sarà adeguatamente schiumato. Nel frattempo setacciate la farina in una ciotola capiente, aggiungete il sale e lo zucchero vanigliato. 
  • Sbattete i tuorli con i restanti 2 cucchiai di zucchero fino a ottenere una schiuma bianca e spumosa (circa per 10 minuti). Versate il lievito cresciuto in una ciotola con la farina e mescolate con un cucchiaio di legno. Aggiungete le uova sbattute e mescolate. 
  • Impastate bene la pasta (a mano per circa 15  minuti o con un mixer adatto per 10 – 15 minuti, ma alla velocità minima). Se l’impasto è molto difficile da lavorare o è troppo denso, potete aggiungere 2-3 cucchiai di latte caldo. Alla fine del processo, l’impasto dovrebbe crescere. 
  • Aggiungete all’impasto il burro (fuso e raffreddato) e lo spirito/vodka (opzionale).
  • Impastate o mescolate l’impasto fino a quando gli ingredienti sono completamente mescolati. Coprite con uno straccio e mettetelo da parte in un luogo caldo a lievitare (es. Vicino a una fonte di calore, senza correnti d’aria) per circa 1 ora o 1 ora e 1/2, comunque fino a quando l’impasto non aumenta la proprio dimensione sensibilmente. 
  • Cospargete leggermente di farina il piano di lavoro, riponeteci la pasta e impastate per circa 2-3 minuti, eliminando le bolle d’aria. Appiattite la pasta (circa 25 x 30 cm e un’altezza di circa 2 cm) e utilizzate un bicchiere affilato del diametro di circa 6 cm per ritagliare i cerchi oppure formate con le mani delle palline.
  • Distribuite uniformemente i dischi sulla tavola, copriteli con uno straccio pulito e metteteli da parte in un luogo caldo per circa 30 – 45 minuti a lievitare. Se volete friggere subito i bomboloni con il ripieno, appiattite delicatamente ogni disco sulla mano, mettete un cucchiaino di ripieno al centro, incollate i bordi insieme e fate una palla. 
  • Se decidete di riempire i bomboloni dopo la frittura, mettete la marmellata in una sac a poche con una punta affilata e lunga. 15 minuti prima della fine della lievitazione, iniziate a scaldare l’olio (preferibilmente lentamente, in una pentola capiente e larga) fino a una temperatura di 180 gradi. 
  • Preparate 3 piatti rivestiti con carta da cucina e una schiumarola. Preparate anche la glassa: versate lo zucchero a velo in una ciotola e aggiungete 1 cucchiaio di acqua, mescolate, aggiungete altra acqua (gradualmente) fino a quando la glassa non sarà sufficientemente densa. Potete anche aggiungere la scorza d’arancia nella glassa. 
  • Mettete i bomboloni cresciuti nell’olio adeguatamente riscaldato (friggetele in lotti, circa 5 bomboloni contemporaneamente) e friggeteli per circa 2 minuti per lato. I bomboloni non possono colorarsi troppo velocemente, perché dentro saranno ancora crudi. 
  • Durante la cottura regolate la temperatura dell’olio in modo che non aumenti o diminuisca drasticamente. Usate una schiumarola per prendere i bomboloni e metteteli sulla carta da cucina. 
  • Raffreddate i bomboloni e farciteli con la marmellata premendo a fondo la punta della sac a poche per la quantità di ripieno desiderata.
  • Immergete i bomboloni nella glassa (mentre sono ancora calde – la glassa si diffonderà bene) e spolverate con la scorza d’arancia o cospargere di zucchero a velo (quando le ciambelle saranno fredde).

Così preparati bomboloni sono pronti per essere mangiati!

i bomboloni polacchi

Smacznego!!!

Karolina